Sì, Viaggiare…

 si-viaggiare.jpg

 NUOVA FERROVIA IN VAL PUSTERIA

La Val Pusteria è una valle delle Alpi orientali, situata tra Alto Adige (Italia) e Tirolo Orientale (Austria), nella direzione est-ovest tra Bressanone e Lienz. Ha 76.149 abitanti ed è stretta e percorsa sia dalla Ferrovia della Val Pusteria che dalla Strada Statale 49 della Pusteria oltre al fiume Rienza; inoltre quasi sempre parallelamente a queste, c’è la pista ciclabile della Pusteria. Notevole il flusso turistico con quasi 8 milioni di presenze all’anno.

La Ferrovia della Val Pusteria è una ferrovia a binario unico che congiunge Fortezza con San Candido e prosegue poi in Austria fino Lienz nel Tirolo Orientale ed è stata per anni un punto debole nel servizio di trasporto pubblico: materiale rotabile antiquato, stazioni trascurate e collegamenti mancanti con altri mezzi di trasporto hanno messo a dura prova la pazienza dei viaggiatori. Erano necessari vari cambiamenti: treni nuovi, stazioni nuove e ristrutturate, ed inoltre un nuovo orario, per rendere la ferrovia ancora più interessante.

venosta-1.jpg

Prendendo a riferimento quello che era stato fatto, con grande successo, tre anni prima in Val Venosta (dove visto il carico turistico e la richiesta di comoda mobilità si è scelto di non allargare la statale ma di potenziare la ferrovia) si è puntato ad un sistema ferroviario con treni ogni 30 minuti. Per fare questo sono stati necessari lavori di adeguamento delle stazioni e dell’intero tratto: infatti con il cadenzamento alla mezz’ora in tutte e due le direzioni, i treni si incrociano ogni 15 minuti ed un treno in ritardo farebbe aspettare anche il treno d’incrocio. Così, per guadagnare tempo, le stazioni di incrocio sono state ampliate per fare in modo che i treni vi possano entrare a 60 orari invece che a 20, è stato elaborato un nuovo sistema di segnalazione ed ulteriori lavori per garantire la sicurezza. Costruiti i sottopassaggi e sistemati i marciapiedi, creati nuovi parcheggi per auto e biciclette, fermate per l’autobus e pensiline.

In totale i lavori infrastrutturali sono costati 40 milioni di euro, coperti metà dalle Ferrovie dello Stato mentre il resto insieme alla spesa per i nuovi treni e le nuove stazioni è stato coperto dalla Provincia con una spesa finale di 112 milioni di euro.

venosta-2.jpg

A proposito di nuovi treni: costruiti in Svizzera, elettrici, con il piano ribassato e con grandi entrate ed uscite che, con i nuovi marciapiedi, garantiscono facile accesso ai viaggiatori di ogni età e condizione. Costruito per il trasporto regionale, le sue caratteristiche sono l’accelerazione di partenza, i freni d’alta qualità e la massa reale leggera; la velocità massima è di 160 Km orari e la capacità complessiva è di 405 posti a sedere e 631 posti in piedi. Con climatizzazione e sistemi d’informazione moderni, d’estate il treno offre posto per 120 biciclette (per la felicità dei turisti) e d’inverno la possibilità di montaggio temporaneo di porta sci.

 venosta-3.jpg

Liberamente tratto da “Tempo e Ritmo” (edito dalla Provincia autonoma di Bolzano, Ripartizione Mobilità) e dalle informazioni di Wikipedia.

 Puglia: sulle Ferrovie Sud Est le bici ci vanno gratis

sud-est.JPG

Occorre chiedere in biglietteria l’apposito supplemento che, grazie ad un accordo con la Regione Puglia, è del tutto gratuito. Realizzati inoltre cicloparcheggi gratuiti a disposizione dei viaggiatori, per ora, in tutte le stazioni dell’area barese.

 DALLE ROTAIE ALLE BICI

(40 Ciclovie al posto di vecchie ferrovie)

Guida Fiab sulle ex strade ferrate recuperate e riconvertite all’uso ciclistico

http://www.fiab-onlus.it/mlfiab_2/view2.php?mid=1296&ml=1

 In bici attraverso il Trentino

scim.jpg

Per chi volesse visitare questa provincia usando una bici o anche farsi un giro in un giorno di festa l’associazione Trentino Arcobaleno propone 12 percorsi. Ciascuno facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, ricavato unendo fra loro delle piste ciclabili attraverso strade forestali o a basso scorrimento e facilmente percorribile anche ai poco allenati. Infine ciascun percorso ha nelle vicinanze dei punti di ristoro/pernottamento. Per informazioni dettagliate vai su:http://www.trentinoarcobaleno.it/Progetti/2ruote-Arcobaleno-Cicloturismo/I-giri