Archivio di Gennaio 2012

Per una pedagogia della terra

Sabato 28 Gennaio 2012

parte il nuovo progetto

Per una pedagogia della terra

provincie di Como, Varese e Monza-Brianza

dove si muove: dagli agricoltori ai consumatori

scopo: costruire rapporti stabili tra produttori agricoli e consumatori, in cui gruppi di consumatori si assumono preventivamente parte della responsabilità sulla produzione agricola, sulla sua qualità, sulla sua distribuzione assicurando la giusta remunerazione per chi l’ha prodotta;
metodo: si sperimenteranno “sistemi di garanzia partecipata della qualità” (corso per diventare “Garante” a Capiago Intimiano il 4 e 5 febbraio).
P
resentazione e avvio del progetto: Como giovedì 26 gennaio, alle 20.45 presso la sede di Confcooperative (Via Martino Anzi 8, parcheggio interno). Tutte le info su: http://www.lisolachece.org/index.php?option=com_content&task=view&id=934

Policlinico di San Donato “a km zero”

Giovedì 19 Gennaio 2012

Policlinico di San Donato “a km zero”

Il Policlinico San Donato di Milano è la prima grande struttura sanitaria italiana che avrà in mensa i prodotti della filiera corta garantiti dagli agricoltori attraverso la neonata cooperativa “Agricolturamica”. L’annuncio arriva da Coldiretti: dopo il periodo di sperimentazione il sistema è entrato a pieno regime con approvvigionamenti regolari, per una previsione di circa 60 tonnellate all’anno di frutta e verdura: L’azienda fornitrice più vicina è a 7 km dal Policlinico (cascina Pizzo di Mediglia), altre si trovano in Lombardia, alcuni prodotti arriveranno anche dal veronese e dal sud Italia. Leggi tutto su http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=106511

Un fondo per la Terra

Giovedì 19 Gennaio 2012

Bando un fondo per la Terra

Per la creazione di uno strumento finanziario per sostenere il diritto all’accesso alla terra.

I bando, promosso da AIAB, BANCA ETICA, FCRE, MAG2, SCRET, SEFEA, si rivolge a laureati in giurisprudenza, agraria, economia, urbanistica o assimilate (con tesi di laurea e/o almeno un esame universitario in diritto agrario/proprietà fondiaria) che abbiano un’ottima conoscenza della lingua inglese.

I partecipanti dovranno presentare una proposta tecnico-operativa, concretamente praticabile, compatibile con il quadro normativo nazionale ed internazionale per strumento di finanziamento o iniziativa centrata sul recupero del diritto alla terra come bene primario e necessario per la produzione di cibo.

L’assegno di ricerca ammonta a 4mila euro e il progetto dovrà essere realizzato in 6 mesi non prorogabili. Scadenza il 31/12/2011 Trovi il bando su: http://www.fcre.it/index.php?option=com_docman&task=doc_details&gid=196&Itemid=100