TORINO: IKEA contro PROVINCIA

TORINO: IKEA contro PROVINCIA

Negli ultimi mesi si sta svolgendo in Piemonte un interessante confronto: da una parte il gruppo Ikea che vorrebbe aprire un secondo punto vendita in provincia di Torino su un’area agricola di 16 ettari nel comune di La Loggia; per questo vorrebbe che vi fosse un cambiamento di destinazione d’uso da agricola a commerciale. Dall’altra la Provincia di Torino che sarebbe favorevole ad un nuovo insediamento Ikea sul proprio territorio purchè questo non avvenga su un terreno agricolo, tanto più che, a pochissima distanza da quei terreni agricoli, ci sono aree produttive dismesse o già destinate al commercio.

Ad oggi la Provincia ha bocciato il cambio di destinazione d’uso richiesto dal Comune e per risposta Ikea Italia ha comunicato la sospensione del progetto.

La scelta della Provincia di Torino è in linea con il suo Piano territoriale di coordinamento (che è stato approvato il 20 luglio) con cui si è posto l’obiettivo di limitare nel futuro il consumo di suolo, in particolare quello agricolo di pregio, questo perchè negli ultimi vent’anni, mentre la popolazione della provincia era stabile, si è verificato un consumo di suolo libero pari a circa 750-800 ettari all’anno. Per fare questo si cercherà di riconvertire le aree industriale dismesse e migliorandone il collegamento con i centri urbani attraverso linee metropolitane di superficie. Liberamente tratto da http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=107809

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il loggin.