Archivio di Maggio 2011

Salento “pulito”

Lunedì 30 Maggio 2011

Salento “pulito”:

la “chiamata agli spazzoloni”

 tele.jpg

2° EcoDay, 28/29 maggio

Dopo il successo della prima edizione, 26 e 27 marzo scorso (1053 volontari, 43 aree pulite), i ragazzi dell’Istituto Costa, Anastasia Pitotti, Pasquale Alemanno e Vincenzo De Lorenzo che coordinano la campagna, invitano enti, istituzioni, associazioni, proloco, scuole, classi, gruppi di volontari, e anche tutti i singoli cittadini a dare il proprio contributo di “pulizia”. I ragazzi sottolineano che anche questa volta non saranno loro ad organizzare gli interventi di pulizia, ma saranno i singoli gruppi locali ad organizzare il tutto, con l’augurato supporto del Comune e delle aziende preposte al servizio. A loro spetterà rendere visibili tutti gli interventi attraverso il sito www.repubblicasalentina.it/ecoday

“Il fior fiore dei nostri avanzi”

Lunedì 23 Maggio 2011

  “Il fior fiore dei nostri avanzi”

 fior-fiore.jpg

azioni concrete per uno stile di vita veramente sostenibile

da martedì 15 febbraio fino a maggio a Calavino (TN) sono in programma momenti di incontro e confronto rivolti alla cittadinanza. Primo appuntamento dal tema PROPOSTE DI ECO-CONDOTTA: PRIMA DI TUTTO RIDURRE serata informativa sulla riduzione dei rifiuti.

Per il programma degli incontri successivi:
- COMPOSTAGGIO DOMESTICO
- LA CUCINA DEGLI AVANZI
- L’ABC DELL’ORTO BIOLOGICO
- BIODIVERSITÀ IN GIARDINO
- LA CUCINA ETNICA
- IL MARCHIO ECOFESTA
- FESTA DEL RIUSO sab 21 e dom 22 maggio - Sarche sala Baracca - ore 9

vedi la locandina:locandina.pdf
Sito: www.comune.calavino.tn.it
e-mail:
c.calavino@comuni.infotn.it tel. 3496428735

Premio “Città amiche della bicicletta” 2010

Mercoledì 18 Maggio 2011

Premio “Città amiche della bicicletta” 2010

è Pisa a trionfare tra le grandi città grazie a un progetto innovativo di percorsi ciclabili e di servizi rivolti a chi si sposta con le due ruote. Per le città sotto i 30 mila abitanti il premio va al comune piemontese di Savigliano (Cuneo). Infine, tra i soggetti privati, il successo è andato alla STMicroelectronics di Agrate Brianza (MB) e al suo originale progetto di bike sharing aziendale con tanto di spogliatoi messi a disposizione dei dipendenti da utilizzare dopo la pedalata. Per quanto concerne le altre categorie, grande trionfo per il pugliese “Parco delle dune Costiere” di Ostuni, Forse uno dei progetti più all’avanguardia dello stivale, votato al cicloturismo e incentrato totalmente sul recupero di viabilità pre-esistente e di vetusti edifici finalizzati alla mobilità dolce in uno straordinario contesto agrario e naturalistico.

Leggi tutto su http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=103952

Fate of the World

Martedì 10 Maggio 2011

Fate of the World: Il destino del Mondo

Prodotto da un piccolo studio di produzione è un gioco basato della ricerca del dottor Myles Allen dell’Università di Oxford: simula l’impatto sociale e ambientale del cambiamento climatico globale per i prossimi 200 anni.

Trailer su: http://www.youtube.com/watch?v=5Pk3QDC84Go&feature=player_embedded

E’ possibile comprarlo al prezzo base di 9,99 euro, o al prezzo di 10,99 euro comprensivi di donazione per Oxfam (vedi:http://it.wikipedia.org/wiki/Oxfam)

prezzo base su: http://fateoftheworld.net/buy

con donazione su: http://fateoftheworld.net/oxfam

In Scozia ok alla centrale “marina” da 10 megawatt

Martedì 10 Maggio 2011

Il progetto, della Scottish Power Renewebles, è il primo al mondo nel suo genere e prevede 10 turbine da un megawatt simili a quelle eoliche in rete tra loro alla profondità di 30 metri per sfruttare il movimento dell’acqua generato dalle maree. La centrale sorgerà a partire dal 2013 nell’isola di Islay, nelle Ebridi per fornire energia alle attività produttive (distillerie) e alle 5000 famiglie che vivono sull’isola. Finora l’unico sfruttamento su larga scala dell’energia delle maree è quello della centrale da 240 megawatt di La Rance, in Francia, che è in produzione da 40 anni, con una tecnologia però molto diversa e più “invasiva” per l’ecosistema. Tratto da http://www.altracqua.eu/?p=418

A Roma piantati da ottobre 6.200 alberi

Martedì 10 Maggio 2011

 A Roma piantati da ottobre 6.200 alberi

4.800 alberi nei parchi e nelle aree verdi e 1.400 su alberate stradali

Le piante consentiranno di neutralizzare 75 tonnellate di Co2 ogni anno. INOLTRE in arrivo nel XV Municipio altri 7.000 alberi per azzerare le emissioni del concerto organizzato nella Capitale per l’Earth dayAltri a Villa Borghese

da: http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=106383

Un ciclista di Verona

Martedì 10 Maggio 2011

Un ciclista di Verona,

mentre lo scorso 24 agosto 2010 percorreva una strada in controsenso, veniva multato dalla Polizia municipale con 150 euro e la decurtazione di 4 punti dalla patente. Sollecitato dall’associazione Fiab Amici della Bicicletta di Verona e assistito da un legale, presentava ricorso al giudice di pace per sollevare l’incostituzionalità della norma entrata in vigore lo scorso 8 agosto. In vista dell’udienza, l’Amministrazione comunale, pur di non discutere la questione nel merito davanti al giudice di pace, per stabilire se la norma che prevede la decurtazione fosse o meno incostituzionale, ha attuato la prevista procedura di “autotutela”: ha ritirato il precedente verbale e lo ha sostituito con uno nel quale non si prevede la decurtazione dei punti. In questo modo il giudice di pace non ha potuto procedere perchè è venuto meno la materia del contendere. Da: http://www.fiab-onlus.it/mlfiab_2/view2.php?mid=1279&ml=1

STRADE VERDI

Martedì 10 Maggio 2011

 STRADE VERDI

28 giugno 2008: Inaugurato il primo tratto di otto chilometri della pista ciclopedonale del Parco costiero del Ponente ligure, tra San Lorenzo e Santo Stefano al Mare (Imperia), prima greenway italiana a picco sul mare ricavata sull’ex ferrovia Imperia-Sanremo. Per vedere delle foto (poche) http://www.area24spa.it/index.php
La pista, prevede la realizzazione entro il 2012 di un percorso di 24 chilometri con un costo di venti milioni di euro. Incomparabile la bellezza dei luoghi attraversati, rimasti intatti proprio per la presenza della ferrovia i cui binari sono stati spostati a monte e raddoppiati. E’ il primo risultato concreto di un progetto che toccherà otto comuni costieri, da Ospedaletti a San Lorenzo al Mare, con percorsi di slow trekking, accessi al sistema dei sentieri della zona, riuso delle ex-stazioni come alberghi e ostelli, impianti sportivi gratuiti, giardini e parcheggi. Un nuovo tratto di altri otto chilometri tra Taggia e Sanremo sarà aperto entro fine luglio, e altri quattro chilometri si dovrebbero aggiungere entro fine anno.

Per vedere delle foto (poche) http://www.area24spa.it/index.php

Rapporto Rifiuti 2009

Martedì 10 Maggio 2011

Rapporto Rifiuti 2009

Diminuisce la produzione totale di rifiuti dello 0,2% rispetto al 2007, il 45% dei quali viene buttato in discarica: le regioni agli sono Lombardia con l’8% e Lazio (86%). Aumenta la raccolta differenziata: la media italiana è del 30% (nord 45%, centro 22,9% e sud 15%); gli incrementi maggiori in Sardegna (in un anno +7%. Bene anche le Marche con il +5,3% e l’Emilia Romagna con il +5,7%.

Per ciò che riguarda la relazione tra costi e modello di gestione, nel Friuli Venezia Giulia e in Veneto, dove si è puntato fortemente sul porta a porta (modello Vedelago), il costo pro capite si ferma a 107 euro mentre in Lombardia dove si punta all’incenerimento (modello Brescia) il costo è di 118 euro, nel Lazio invece, con il grosso ricorso alle discariche, si arriva a 170 euro a testa.

Rapporto disponibile su

http://www.apat.gov.it/site/_contentfiles/00158100/158117_Rap_rifiuti_urbani2009.pdf

Se invece volete rendervi conto della follia di avere in ogni città bidoni di colore differente per le varie tipologie di rifiuto http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/cassonetti-multicolor-a-ciascuno-il-suo/

RAPPORTO RIFIUTI 2008

Martedì 10 Maggio 2011

RAPPORTO RIFIUTI 2008

Gli italiani producono meno rifiuti pro capite rispetto al passato. E’ quanto successo nel 2007 secondo il Rapporto Rifiuti pubblicato dall’ISPRA, che mette in evidenza come il miglioramento della situazione sia dovuto principalmente all’attivazione di specifiche politiche di prevenzione a livello territoriale, che l’anno scorso hanno sortito i primi effetti sulla produzione di rifiuti.

INFO SU http://www.apat.gov.it/site/it-IT/